saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

User avatar
Luca
Posts: 128
Joined: Wed Dec 10, 2008 18:47

saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Luca » Fri Oct 15, 2010 12:28

Un saluto a tutti innanzitutto :)
come state? Avete trovato la via per il vostro Cuore?

Scrivo questo post perchè alcuni mi hanno chiesto nel tempo del perchè io “non scriva più” qui.
Ho anche notato che ultimamente vi sono stati tra alcuni utenti alcuni scambi interessanti, dal mio punto di vista, …. di punti di vista diversi e questo è sempre vitale!
In effetti ognuno di noi portando e manifestando in sé la propria unicità può “accendersi nella diversità” ma in fondo stiamo cercando il modo nuovo di amare noi stessi e gli altri, anche attraverso assestamenti e tentativi che non immediatamente vengono compresi e percepiti nel loro fluire.
Quindi avete il mio appoggio ed il mio abbraccio quale essere umano in trasformazione, come voi, verso una forma nuova che davvero nessuno può conoscere, perchè creata momento per momento.

Ho percepito anche l'energia, richiamata, delle elite che ha in sé cariche antiche e che verranno nel tempo disassemblate (usando una immagine in sintonia con questi spazi) poiché vi sono aspetti davvero “scivolosi”.
Porto questo stimolo perchè anche io osservo che può attirare meccanismi già conosciuti nella loro capacità di catalizzare delle incomprensioni tra le persone via via sempre crescenti.

Il riconoscere la Divinità Interiore è un processo complicato ed allo stesso tempo semplice, possibile nel momento in cui si riesca a riconoscere sia la propria che quella altrui: anche di coloro che si percepiscono apparentemente molto diversi da sè.
“Gentilezza” è la parola chiave che assieme a “chiarezza” permetterà di risolvere molto.
In questa onda di gentilezza e chiarezza vi comunico quindi il mio punto di vista ed il perchè non ci sono più miei interventi in questo spazio che mi ha ospitato per un po' (beh diciamo che con questo post ho sospeso momentaneamente l'assenza :D ).

L'incontro con Irina è servito a me per compiere alcuni passaggi interiori e, nello scambio, lei stessa potrà confermare la mia capacità di attivarla in una dinamica di relazione nuova con le persone, che l'ha vista protagonista di momenti collettivi ed individuali alle quali non era abituata ed allenata.

Una delle mie capacità è proprio quella: assisto le persone in un processo di innalzamento della loro espressione e riconoscimento personale ma poi procedo oltre, poiché ognuno poi è libero di gestire quanto vissuto come senta.

Inizialmente si era pensata ad una collaborazione stabile ma questa non ha trovato il terreno adatto per essere svolta e prosperare: era una illusione mentale servita per un certo passaggio.
Ha spinto me nel compiere alcune azioni che però poi hanno mostrato luci diverse dal previsto, che per alcuni aspetti sono ancora da apprezzare nella loro pienezza.
I tempi sono molto veloci ed anche le chiusure alle volte hanno la medesima velocità! Di questo avrete sicuramente esperienza.

Quindi nel sentire una non piena sintonia con ciò che Irina andava sviluppando ho scelto di procedere oltre: il mio oltre sul mio personale e magnifico arabesco nel rispetto dell'altrui opera d'arte.
Si , perchè ognuno sta disegnando la propria opera d'arte! Mentre Michelangelo (che è sinonimo ed immagine di ognuno di noi...anche di Te!) era intento a dipingere la Sistina.... ve la sareste sentita di suggerirgli quale colore usare? Ecco.... amore per noi e per gli altri può essere.... mettere un cartello virtuale con su scritto “lavori d'amore in corso... si accettano consigli solo se della stessa natura”. :wink:

La capacità di scelta che ognuno di noi ha è davvero enorme ed il sentire interiore porta a fare passaggi che solo in seguito si capiscono più profondamente, se ci si osserva fuori da certi preconcetti su di sè.
Quindi il mio allontanamento è sintomo di un “fine passaggio”, una parte che era utile per tutti vivere ma che è arrivata a conclusione, la “tessera” era stata posizionata ed un fotogramma del mio personale film disegnato.
Man mano che mi allontano da quel fotogramma, vedo i successivi, ed intuisco lo svolgimento che potrà venire.... fatelo anche voi perchè è davvero bello vedere quanto accaduto, che non è stato visto immediatamente!

Seppur troverete ancora le mie foto ed i miei scritti qui, essi sono espressione di quel passaggio ma si va oltre per le rispettive vie di sviluppo, nei rispettivi arabeschi.
Ciò spero non faccia nascere fraintendimenti ma sia, invece, espressione di Libertà che possa far amplificare la vostra.
Non è bella la varietà di espressione? non èforse meritevole che ognuno di voi esprima la sua unicità pur nell'Unico che siamo?

Ognuno di noi (io , Irina, Tu che leggi) si sta esprimendo in questa ricerca ed espressione della propria nuova forma e percorre quel processo personale che non è definibile a priori e che merita il pieno rispetto, ringraziamento, amore.
Rispetto che è importante saper dare a sé stessi ed alle persone coinvolte in un passaggio concluso e che può significare anche gentilezza e serenità nell'osservare manifestazioni che sembrano allontanarsi una dall'altra.
Ringraziamento per quanto vissuto e quanto reciprocamente dato.
Amore per sé e per coloro con i quali si è interagito anche in maniera brusca.

Questo nel tempo viene più facile, accompagnato da una maggior chiarezza interiore.

Quindi ora la domanda è: esiste La Via?
Ecco questa è una domanda interessante!
Spesso si pensa di possedere la Via e “si parte all'avventura”! Ci si immagina di partire perchè unici depositari della Verità e che si ha un ruolo centrale negli avvenimenti del mondo e dell'altrui vita! Quante volte lo abbiamo visto e vissuto nelle nostre vite?
Certo, questo in parte è vero per alcuni aspetti, ma alle volte ci sono fraintendimenti: quando dimentichiamo il contributo altrui può accadere di non poter apprezzare la bellezza di ciò che la danza complessiva tra i ballerini disegna.

Nel tempo poi si capisce molto e si smonta “il castello delle favole” per riuscire ad abbracciare la propria Principessa, la propria Anima.
Alle volte però si demoliscono le esperienze vissute e questo non è adeguato per noi stessi: è importante osservare quanto accaduto con maggior lucidità ma anche qui, la gentilezza, aiuterà a procedere in armonia.

Quindi la risposta (che è temporanea per sua stessa natura come ogni scritto e pensiero) che posso ora suggerirvi alla grande domanda è che la troverete dentro di voi: la via la costruite voi.
Tutti coloro che come me od altri si pongono come stimolo sono semplici tessere del vostro personale mosaico, occasioni di veder riflessa una parte di voi e stimoli per amarvi sempre di più.
Non vi stupite se sentirete improvvisamente di allontanarvi da qualcuno o qualcosa, come di avvicinarvi ad altro.
Prendetelo, posso suggerire, come espressione della vostra personale danza.
In questa ottica, in questo spazio, avete una immagine di me che risale a quel tempo ed è come una scia di profumo, un passo di una danza che è andata avanti seguendo una melodia entusiasmante.

Ho contribuito quando ho sentito ed ho smesso quando tutto era finito.
Questa è l'essenza che voglio trasmettere e spero possa rispondere in maniera più chiara a chi ha nutrito curiosità.

I frutti sono stati grandi per me e la stessa Irina potrà parlarvene se vorrà dei suoi ( non è mia scelta farlo qui ed ora anche perchè è sempre una osservazione dall'esterno) ma posso dire che ricordo con affetto il tempo in cui ero qui e le persone con le quali ho interagito
.
Affetto per me, innanzitutto, che non finirò mai di stupirmi di me stesso ed affetto per le persone che ho incontrato, fisicamente e via scritto, poiché la ricchezza più grande è proprio quella, seppur non si coltivi poi una ulteriore frequentazione .

Ognuno di noi, anche coloro che non condividono approcci , pensieri , azioni è in un processo di comunicazione profondo reciproco e che contribuisce, nonostante i personali filtri che tutti hanno, alla varietà di espressione del collettivo arabesco che è la nostra splendida umanità.
In questo tempo, più di prima, è importante non crearci degli “ idoli “ ma rimaniamo nell'ascolto della nostra Verità come anche non crearci “nemici” dei quali aver paura o da combattere.

Amare sé stessi diventa essenziale e ci pone sul piano di amore per gli altri che sia sempre più vero.
Non esiste La Via ma esiste la Personale Via: ogni parola detta dagli altri è solo un sasso nello stagno della personale consapevolezza: può creare onde intense ma è solo quando vi è la quiete che si “vede il fondo”.
Ricordarselo significa alimentare la propria Libertà.

Quindi posso dire che ho beneficiato di “ciò che Irina mostra di sè” come interazione e di quanto non mostra, accolto quanto in sintonia e rilasciato quanto non in sintonia.
Sicuramente questo è stato reciproco e non è altro, poi, che la natura dei rapporti tra le persone. Non trovate?

Il Nuovo è già voi, non si può acquisire né perdere, non dipende da persone, date o luoghi ma solo riconoscerlo: riconoscetevelo ed amate la vostra danza!

Nella semplicità, quindi, di questo passaggio vi saluto e vi auguro di trovare in voi l'amore che cresce, giorno dopo giorno, come un grande abbraccio: l'amore profondo e totale per voi stessi.
Il resto è contributo e contorno :)


Image

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7178
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Irinushka » Fri Oct 15, 2010 14:17

Luca wrote:
Ho contribuito quando ho sentito ed ho smesso quando tutto era finito.
Questa è l'essenza che voglio trasmettere e spero possa rispondere in maniera più chiara a chi ha nutrito curiosità.
E non ci si poteva limitare a questa semplice constatazione, visto che la semplicità è proprio una delle caratteristiche che contraddistingue il Nuovo? :)

Che poi, a ben vedere, era una cosa già di per sé evidente, dato che nessuno ti ha mandato via...
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
Luca
Posts: 128
Joined: Wed Dec 10, 2008 18:47

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Luca » Sat Oct 16, 2010 10:59

:D eh si ma è pur vero che ho lasciato fluire e ne sono felice.
:wink:
Oggi invece, completo il saluto di ieri, facendovi un piccolo regalo.
Sto leggendo un libricino, che forse anche voi conoscerete, che si chiama "Brodo caldo per l'anima" ed. Armenia.
Ne ho lette alcune pagine e già posso dirvi che merita l'acquisto (non avrò diritti pubblicitari per la vostra eventuale spesa!).
Se lo avete già.... apritelo a caso e rileggete una delle storie! :)
Vi dico questo perchè alcune sono davvero delle carezze per il cuore e fanno risplendere la bellezza dell'essere umano. Alimenta il nostro centro con amore e ricordo verso aspetti che possono, alle volte, sfuggire nel vorticare del cambiamento.
In generale ogni goccia offerta al nostro "campo dei miracoli", che poi è la nostra vera Essenza, è benedetta!
Buon proseguimento :!:

User avatar
Massimo
Posts: 210
Joined: Mon Aug 25, 2008 20:02

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Massimo » Sat Oct 16, 2010 11:42

Luca wrote:Oggi invece, completo il saluto di ieri, facendovi un piccolo regalo.
Sto leggendo un libricino, che forse anche voi conoscerete, che si chiama "Brodo caldo per l'anima" ed. Armenia.
Luca, questa la devo raccontare, è troppo divertente, non prendertela!!! :D

Non più di 2 ore fa scrivevo in una mail ad un'amica della tua ricomparsa qui sul forum parlando della tua, mi cito testualmente, "sconvolgente sbrodolata"...

... E adesso, pensa un po', tu ci proponi un libricino ispiratore che si chiama "Brodo caldo"!!! :D

E poi qualcuno ancora non crede alla "sincronicità"! :mrgreen:

PS: Oh, del libricino non so nulla e non dico nulla, sarà certamente meraviglioso, però certo che vedendo gli effetti che ha su di te, qualche dubbio mi viene... :mrgreen:

PPS: Si scherza, eh, buon proseguimento anche a te! :D

User avatar
Luca
Posts: 128
Joined: Wed Dec 10, 2008 18:47

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Luca » Sat Oct 16, 2010 12:57

:D vero Massimo!
pensa che lo avevo incrociato varie volte questo libricino e proprio per il titolo mi aveva tenuto lontanto! la pensavo, in effetti come te ;)
Beh posso comunque dirti che la sincronicità è perfetta e ti ringrazio di aver condiviso perchè ci mostra un aspetto stimolante di questa interazione.

Aggiungo che, come capirai semmai avessi l'occasione di leggerne alcune sue parti, il pre-concetto ed il pre-costruito alberga in noi ostacolando l'esplorazione di ambienti diversi :) e potrestri trovare in quelle paginette persino un riflesso di quel calore di cui tutti abbiamo bisogno e che ci giunge da diverse fonti!
Potresti anche toccare il senso del mio dono che è dato con simpatia ed affetto , diverso dal passato sicuramente perchè l'esperienza ha arricchito la nostra modalità di interazione al di là di reciproche illusioni: non trovi?

in generale questo spazio per come è stato creato (a mio sentire ma posso sbagliarmi ) ha in sè una possibilità di reciproca espressione che può essere manifestata anche attraverso modalità non condivise:
modalità di espressione, modalità di esperienza, diverse vite.
Chi gestice uno spazio libero sicuramente concorda che proprio in questo scambio vi è la vitalità dello stesso, che non sia un monologo ma un dialogo.

Quindi con simpatia ti risaluto e chissà... che nonostante la "copertina di ciò che altri chiamano Cuore ed Anima e che può crear in te sospetto" la sostanza di questo suggerimento (di lettura) possa essere attinta anche da te.... oltre le etichette!

Un augurio a tutti noi, quindi, di divertirci nella reciproca ri-conoscenza (qui usata come conoscerci di nuovo).

Buon week end!

User avatar
Massimo
Posts: 210
Joined: Mon Aug 25, 2008 20:02

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Massimo » Sat Oct 16, 2010 16:01

Luca wrote: Aggiungo che, come capirai semmai avessi l'occasione di leggerne alcune sue parti, il pre-concetto ed il pre-costruito alberga in noi ostacolando l'esplorazione di ambienti diversi :) e potrestri trovare in quelle paginette persino un riflesso di quel calore di cui tutti abbiamo bisogno e che ci giunge da diverse fonti!
Mah, in generale credo di poter dire senza falsa modestia di non avere dei gran preconcetti, altrimenti credo che difficilmente, da ingegnere elettronico quale sono, sarei qui, in questo forum, a sostenere e condividere il lavoro di Irina… qui siamo un pochettino lontani dal pre-costituito o pre-costruito che dir si voglia, non so se mi spiego… :mrgreen:

Quanto al libro, può darsi che lo legga, però in generale, come forse ricorderai, fin dall’inizio di questo nostro cammino, sia io che Irina, abbiamo sentito molto chiaramente una grandissima differenza di autenticità e di aggiornamento tra quello che potevamo sentire dalle nostre fonti e quello che era stato scritto da altri e abbiamo smesso quasi subito di leggere libri di tipo spirituale.

Questo senza nulla togliere a quanto scritto da guru, canalizzatori, filosofi o mistici, non per una forma di snobismo, figurati, all’epoca eravamo due semplicissime persone che avevano trovato un modo, dal loro punto di vista validissimo, per ottenere le risposte alle loro (più che altro mie!!! :D ) domande e che non si sognavano neppure lontanamente di condividere con altri queste loro risposte…

Diversi fattori anche abbastanza facilmente spiegabili, fanno sì che scritti anche validissimi di 50 o 100 o anche solo 10 anni fa appaiano datati e in qualche modo stonati adesso…

C’è poi il fatto dell’affidabilità della fonte, altro argomento sul quale potrei scrivere quanto meno un libro di un centinaio di pagine… :D

E il fatto dell’approccio generale al problema dell’esistenza sulla Terra e di ciò che sta succedendo ora…

Aggiungiamoci che ciò che sta succedendo ora tende a rendere obsolete anche le cose dette e digerite appena 6 mesi fa… :roll:
Luca wrote: in generale questo spazio per come è stato creato (a mio sentire ma posso sbagliarmi ) ha in sè una possibilità di reciproca espressione che può essere manifestata anche attraverso modalità non condivise:
modalità di espressione, modalità di esperienza, diverse vite.
Chi gestice uno spazio libero sicuramente concorda che proprio in questo scambio vi è la vitalità dello stesso, che non sia un monologo ma un dialogo.
Indubbiamente lo scopo di questo spazio è proprio quello di un dialogo, di uno scambio di esperienze, modalità, approcci, intuizioni. Questo fin dalla nascita, ma anche perché, e adesso diventa sempre più chiaro, è proprio dallo scambio tra gli individui (come potrai anche leggere qui http://it.irinushka.eu/?page_id=1138 nella trascrizione della prima parte dell’incontro di Genova) che può nascere e svilupparsi la Nuova Realtà.

Detto ciò, bisogna anche dire che questo spazio cerca, implicitamente ed esplicitamente, consapevolmente ed inconsapevolmente, di seguire le modalità di funzionamento del Tutto e della Nuova Realtà che si basano prima di tutto su autenticità e sobrietà.

In questo senso, per me è chiaro, senza alcuno snobismo, né ricerca elitaria, né tanto meno chiusura o preclusione verso chicchessia, che per avere qui uno scambio reciprocamente utile e quindi efficiente e sobrio bisogna che chi partecipa condivida, per quanto gli è possibile, l’approccio totalmente non convenzionale e/o semplicemente Nuovo ai problemi dell’esistenza, all’attuale fase di transizione, alla situazione dell’umanità e anche alla sua situazione personale.

Insomma, qui in generale l’idea base, semplice ma amplissima, è che dato che tutti i precedenti approcci scientifici, religiosi, sociali, politici, spirituali non hanno saputo dare delle risposte reali ai problemi dell’esistenza, è necessario cercare altrove fino ad arrivare addirittura nell’impensabile… se, al contrario, si continua a riproporre sempre le stesse ricette di 4000 anni fa, magari rivedute e corrette, magari digitalizzate, quantizzate :D, addirittura metatronizzate :mrgreen: , una logica molto banale ci porta a sospettare che probabilmente i risultati continueranno ad essere più o meno sempre gli stessi e cioè quelli che sono sotto gli occhi di tutti... un po' deludenti, direi... :shock:

Si deve essere disposti DAVVERO a provare a rinunciare a qualunque preconcetto o idea precostituita propria o altrui su di sé, sulla struttura dell’Universo, sulle ragioni e modalità dell’esistenza umana, etc. etc. per, partendo da quel vuoto, “sentire”, “tastare”, “annusare” e poi provare a praticare una via diversa…

In questo senso, sì, non è uno spazio o un cammino per tutti, perché ci vuole molta apertura, sia mentale, che emotiva, che spirituale e per accettare questo grado di apertura e di abbandono di credenze e “verità” ci vuole davvero molto coraggio perché si passa attraverso una o più fasi in cui sembra che non si abbiano più riferimenti o appoggi, in cui la mancanza di certezze può diventare veramente dolorosa da sopportare...

Però basta questo, null’altro, né studi, né intelligenza particolare, né attivazioni, né certificati…

Anzi, in realtà, come ho già detto in precedenza, basta molto meno, basta volersi muovere in questa direzione, almeno un po’, almeno provarci, ma provarci davvero, in modo autentico… con dei fallimenti, dei ripensamenti, dei tentativi… non importa, però muoversi anche di pochi millimetri, MA DAVVERO, in questa direzione, non cercare modi più o meno fantasiosi e, questi sì, auto-illusori, di rivestire di nuovo vecchi approcci, vecchie tecniche, vecchie filosofie, vecchi dogmi… non cercare di definire come nuovo ciò che di nuovo non ha veramente nulla…

Oh, se uno non è d’accordo con questo approccio, va benissimo, ha tutte le ragioni, sta seguendo la sua strada ed è l’unica cosa giusta, anzi l’unica cosa e basta, che possa fare, però dal mio punto di vista non ha molto senso che venga qui a parlarne, non perché qui sia un luogo chiuso o snob o elitario, o perché solo qui esista la Verità, l'unica Verità... no, solo perché qui si parla d’altro… sarebbe semplicemente in Off-Topic fisso… :D come uno che in un forum sugli smartphone parlasse delle sue esperienze con le penne d'oca e con le carte da lettere antiche!!! :mrgreen:

Riassunto finale: qui parliamo di questo (vedi sopra) e portiamo avanti tutti insieme questa secondo me affascinante ricerca, chi ne vuole parlare, in qualunque forma, è il benvenuto, chi vuole parlare di altro può trovare certamente moltissimi altri luoghi ben più adatti nei quali confrontarsi e ricevere ciò di cui ha bisogno! :D

User avatar
Luca
Posts: 128
Joined: Wed Dec 10, 2008 18:47

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Luca » Sun Oct 24, 2010 14:43

oggi è una giornata meravigliosa che è come un gioiello in un periodo davvero denso di Bellezza!

Mi piace espandere quest'onda creativa di stimolo anche qui e vi lascio questo link

http://www.youtube.com/watch?v=0BmLqimdN98" onclick="window.open(this.href);return false;

che sia come un sasso nello stagno e che, calmate le onde, venga la chiarezza come nuovo dono :)

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7178
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Irinushka » Sun Oct 24, 2010 18:11

Grazie Luca,

probabilmente, in questo momento il frammento che mi risuona di più è questo qua:

"E quando canterai la tua canzone
da quel momento in poi non puoi tornare
da quel momento in poi dovrai andare
con le tue parole."
:)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
nadia
Posts: 319
Joined: Thu Apr 15, 2010 11:54

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by nadia » Sun Oct 24, 2010 22:12

Irinushka wrote:Grazie Luca,

probabilmente, in questo momento il frammento che mi risuona di più è questo qua:

"E quando canterai la tua canzone
da quel momento in poi non puoi tornare
da quel momento in poi dovrai andare
con le tue parole."
:)
Che giorno ragazzi :roll: , meglio non so dire ma... che giorno :roll:
NamoЯartista a servizio dello Spirito

User avatar
Luca
Posts: 128
Joined: Wed Dec 10, 2008 18:47

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Luca » Sun Oct 24, 2010 23:10

mi piace Ligabue perchè sa stupirmi con dei testi che davvero sento adatti alla fase che vivo nel momento in cui li sento.
Quella parte è molto potente ed è stata il motivo che mi ha spinto a inserirla qui: penso sia in sintonia con argomenti che molti hanno toccato.
Un modo musicale di parafrasare parole già dette.
Alla prossima.
:)
e che le nostre vele siano sempre più capaci di abbracciare il vento che soffia poderoso :)

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7178
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Irinushka » Mon Oct 25, 2010 18:06

Irinushka wrote:
probabilmente, in questo momento il frammento che mi risuona di più è questo qua:

"E quando canterai la tua canzone
da quel momento in poi non puoi tornare
da quel momento in poi dovrai andare
con le tue parole."
:)
In uno dei nostri recenti seminari (se non sbaglio, quello di Milano, dedicato all'argomento dei rapporti interpersonali), è stata scoperta/rivelata questa condizione: che finora una parte piuttosto significativa di ciò che le persone sentivano - pensavano - facevano transitare attraverso il proprio essere non era affatto roba loro, ma erano degli algoritmi, degli obiettivi, degli "attachment" e "dei kit di accompagnamento" della realtà sotto-manifestata, insomma, una specie di "zavorra" che le persone usavano per autoidentificarsi, per fare le scelte e per interagire con se stesse e con il mondo.

E il nostro attuale regime dell'uso della Parola è ancora fortemente influenzato da questa zavorra, perché molto spesso, più che esprimere una certa condizione del nostro individuale motore di ricerca, esprime semplicemente un vecchio stile di vita (e le direzioni di ricerca che vi erano predisposte); c'è un continuo "ballare delle parole davanti agli occhi", ma tutto questo "ballare a salve" non crea nessuna matura "narrativa educativa", non è collegato con lo spazio della Scelta primario, non fa presa sulla materia, non eccita, non produce suono, non contribuisce a formare, a sagomare e a leggere la nuova terristricità.

Invece le parole sono (potrebbero essere) delle naturali ambasciatrici e sviluppatrici della Vita multidimensionale, solo che non possono svolgere questa funzione se usate per alimentare e convalidare lo spazio dei valori illusori o molto distorti.

"Cherchez le mot": cercate le vostre parole, potenti e conduttive, uniche ed irripetibili, libere dai denominatori comuni e dal cosiddetto "carico obbligatorio" e scoprirete la vostra strada per la Felicità... :)

A proposito del "carico obbligatorio": nella vecchia Unione Sovietica, dove esisteva un deficit di tutto, in particolare, dei buoni libri, se uno voleva comprare un libro interessante da leggere, era obbligato a comprare (quindi a pagare) anche altri 3-4 libri più o meno illeggibili, tipo materiali dei congressi del PCUS, teorie più o meno assurde dell'economia socialista e altro "delirio educativo" ufficialmente riconosciuto come status quo. :mrgreen:
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

User avatar
nadia
Posts: 319
Joined: Thu Apr 15, 2010 11:54

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by nadia » Tue Oct 26, 2010 9:57

Irinushka wrote:
Irinushka wrote:


"Cherchez le mot": cercate le vostre parole, potenti e conduttive, uniche ed irripetibili, libere dai denominatori comuni e dal cosiddetto "carico obbligatorio" e scoprirete la vostra strada per la Felicità... :)
Chissà perchè cara Irina queste parole continuano a risuonarmi dentro come un eco dolcisima...
Chissà perchè questo potentissimo post, quasi nascosto, quasi in sordina, quasi un tesoro che aspetta d'essere scoperto.

Questa mattina ho cercato di dirlo ai miei bambini, cercate di dire parole vere, potenti, uniche, conduttive...ero buffa e graziosa mi parlavo e loro scuotevano il capo...
Che questo "Cherchez le mot" sia una delle chiavi della vita mia cara amica?

Vado cercando le mie vere parole che ancora sono il suono vero delle stesse, un suono che va e si propaga nell'universo.
Che sia l'universo formato dalle nostre parole?

Responsabilità e potenzialità infinita.

Faccio un salto e sono al dilà del posticcio ma ci vuole un bel colpo di reni :lol:

Chissà, questo mio post quì quasi come una corrispondenza privata...mi sto scrivendo? :wink:
NamoЯartista a servizio dello Spirito

User avatar
Irinushka
Site Admin
Posts: 7178
Joined: Sat Dec 22, 2007 1:14
Location: Italy, Piedmont
Contact:

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Irinushka » Tue Oct 26, 2010 12:15

Grazie Nadia, vedo che la sintonia tra noi si sta potenziando sempre di più... :D

E a proposito di parole potentissime che ci avvicinano alla nostra autenticità e alla nostra realtà multidimensionale: quasi quasi metterei al primo posto la parola "SERVIZIO" che ha già dentro di se tutte le connessioni necessarie per poter vivere felici e contenti e completamente manifestati... :)

Però non deve essere una forzatura, nel senso che se uno usa questa parola nel senso che intendo io, allora praticamente si abbandona al Tutto completamente, senza se e senza ma, con ogni fibra e cellulina del proprio essere, sia fisica che metafisica, e allora sì che potrà espandere e conoscere veramente la propria Forza e le proprie inclinazioni naturali, altrimenti tanto vale lasciare perdere questa parola, almeno fino a quando uno non sarà cresciuto abbastanza per sapere che cosa c'è veramente dentro... :)
AIRI-SON

Tornerò a sollecitare le vostre anime

"Съешь же ещё этих мягких французских булок, да выпей чаю." :figurati : ... : : down :

Rita
Posts: 51
Joined: Mon Oct 05, 2009 23:10

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by Rita » Mon Mar 07, 2011 18:47

Irina, quando, a giugno, ti ho chiesto di farmi ascoltare le registrazioni di
alcuni incontri, tu mi hai chiesto di farti sapere "l'effetto che fanno". E io
te l'ho riferito. Però, continuando a leggerti, a seguirti sul forum, io sono
cambiata e anche tu sei cambiata e anche tante altre cose sono cambiate in questa comunità,
e così ora ho altre cose da riferirti riguardo l'effetto che fanno (o che possono fare)
le tue parole, nonché gli interventi di Metatron.
Lo farò con rispetto, ma anche con sincerità.

Prendo spunto dal post dove riferisci di un ragazzo che si chiama BeleZhi
(ma che potrebbe essere chiunque altro che condivida qualcosa di se stesso).

Dunque, questa persona dichiara il suo disagio in questa comunità e si sente
rispondere sostanzialmente questo:


tu sei "vecchio", perché stai cercando di misurarti in una maniera "vecchia"
e perché stai insistendo a vivere nella "vecchia" era
e perché non sei ancora riuscito a fabbricare "un nuovo stato e nuovi significati"

tu non sei "integro", perché operi da uno stato di "non Vita", sbagliato, falso,
non conduttivo, "sottomanifestato".

Il pasticcio è che ti stai ancora considerando "un essere umano" e
che non hai ancora capito che cosa significhi "essere qui".

e infine devi anche stare molto attento perché:
"la Vita potrebbe essere molto dura soprattutto con chi sa o dovrebbe sapere,
ma non lo vuole accettare, fa finta di non sapere, cerca di nascondersi sotto
"mentite spoglie", usa le definizioni non proprie per
raccontare le sfumature del proprio stato di essere..."


questo è uno schema di risposta piuttosto ricorrente e si presta ad essere
interpretato in questo modo:


* BeleZhi ha ricevuto una DIAGNOSI o anche un GIUDIZIO sul suo stato?

* questo continuo, insistente, ossessivo riferimento al vecchio che va buttato via
e al nuovo che deve essere inventato comincia a rassomigliare molto a un NUOVO DOGMA,
rischia di diventare un NUOVO FANATISMO e di creare una NUOVA ILLUSIONE.

Non è un caso che il GIUDIZIO vive e vegeta sulla "dualità"
(buono e cattivo, vero e falso, vecchio e nuovo, manifestato e non manifestato,
conduttivo e non conduttivo, ecc.). Ma la DUALITA' è un'illusione.
E come si supera l'illusione? Non certo facendo guerra ad uno dei due opposti!

Il vecchio non ha colpa di essere vecchio, perché è solo un momento del Tutto.
Non ha senso prenderlo a martellate solo perché non è il Nuovo.
D'altra parte, non credo nemmeno che il Nuovo potrebbe miracolosamente emergere
per il semplice fatto che qualcuno ha distrutto il vecchio.

Il vecchio esiste insieme e dentro al nuovo. E il Nuovo emergerà. Lo farà
naturalmente. Lo farà perché è la forza della natura che lo vuole. Lo farà anche se nessuno
ci insegnasse mai come farlo emergere. Lo potrebbe fare anche nonostante la nostra volontà.
Ma lo farà quando sarà veramente il suo tempo.

* BeleZhi potrebbe pensare che, oltre ad essere stato giudicato, è stato anche MINACCIATO.
Se continua a nascondersi sotto mentite spoglie, se continua a misurarsi secondo una maniera
vecchia, ecc. ecc. potrebbe aspettarsi una reazione molto dura dalla vita.

Ma, scusa, tu pensi che sia facile capire "il senso dell'essere qui"? Credi che sia facile
"inventare Nuovi sensi e significati?" Credi che sia facile recuperare la dimensione della
nostra integrità di esseri divini eterni?
La condizione di BeleZHy è quella di tutti noi. Tutti noi stiamo ancora vivendo in uno
stato sottomanifesto. E questo non può essere una colpa. Ma nemmeno può essere una colpa
metterci tanto tempo per svegliarci. Se fosse facile svegliarci,lo avremo già fatto.

Noi non parliamo con Le Fonti, non abbiamo acceso a Metatron, non siamo sensitivi,
non ci è dato di vedere la struttura energetica delle cose e delle persone, non abbiamo
nessuno dei tuoi poteri speciali. Cioè, voglio dire, guarda che per noi è dura! Te ne rendi
conto oppure no?


* BeleZhi avrebbe ragione di sentirsi AVVILITO, invece che compreso, e fortemente scoraggiato
a fare altre dichiarazioni pubbliche sul suo disagio

* anche perché, alla fine, non ha ricevuto alcuna indicazione chiaramente leggibile
e concretamente fruibile per attenuare il suo disagio.
Qui il linguaggio continua a essere molto lontano dalla concretezza di cui avremmo bisogno.
Tu continui a parlare di tarature e ricalcoli e regimi della stabilità e di file acustiche,
e di conduttività ma ... alla fine, viene da chiedersi: "Si, ma che significa? Cosa vuol dire?
come lo metto in pratica?"


* "... noi continuamo a considerarci degli esseri umani..."
hem..., scusa Irina, ma noi siamo esseri umani! Noi lo siamo sicuramente.
Qui la domanda è: CHI SEI TU?

Siccome io non so chi sei tu, posso solo fare riferimento a quello che tu hai
detto di te stessa, nei tuoi primi articoli e in alcuni post.
Questo è quello che mi ricordo di aver letto di te:
" ... c'è ben poco di terrestre in te ...
... tu non sei un Sistema Operativo, tu sei un Software ... (!!!)
... devi avere pazienza con loro ...
... non puoi nemmeno lontanamente paragonare la loro condizione con la tua ...
... io sono fatta in modo diverso ...

E dunque: CHI SEI TU? Sei uno STRUMENTO potente rivestito di una biologia umana
un po' diversa dalla nostra? Non ci leggere un giudizio: io amo gli Strumenti e
non ho alcuna intenzione di dire che un essere umano vale più o meno di uno strumento.


Voglio solo dire che, se tu sei un Software, se tu sei uno Strumento, se hai poteri
speciali (e non l'ho mai dubitato) e se hai intenzione di aiutare gli esseri umani
(e non dubito nemmeno di questo), bè allora agisci, opera, ripara, correggi, raddrizza,
intervieni energeticamente.

Fai lo strumento! Non fare l'insegnante di Umanità!

Perché forse non sei in grado di comprendere proprio tutto della nostra umanità né,
di conseguenza, di darci lezioni di umanità.
Forse sei in grado di vedere la configurazione energetica della nostra umanità e
anche di modificarla, ma probabilmente non conosci "il sapore" della nostra umanità.

E nemmeno puoi permetterti di piangere o abbandonarti all'insofferenza, osservando la
nostra paurosa lentezza nel risvegliarci al Nuovo che è sceso in Terra.
Te l'avevano detto:
devi avere pazienza con loro... non paragonare mai la tua situazione con la loro...

* per completezza, mi sento in dovere di riferirti anche questo: ho notato che questi,
che a me sembrano "sintomi di deviazione nel tuo percorso", si sono intensificati da
quando é comparso Metatron nella tua consapevolezza.
Allora ti domando: tu sei proprio sicura "al limone" che Metatron sia una presenza
utile per il risveglio degli esseri umani e per la realizzazione del tuo servizio?

Te lo chiedo perché ricordo bene che proprio Lui ha manifestato l'intenzione di
fondare e guidare una scuola dove si insegnerà a demolire sistematicamente il Vecchio
per far posto al Nuovo ... Mi si è accapponata la pelle quando l'ho letto: ecco il
manifesto del Nuovo Dogmatismo... Nuovo è bello / Vecchio è brutto.
Via! Fuggire! Fuggire anche da qui! Fuggire anche da questo spazio che non ha assolutamente
più nulla di magico!

Ti ricordo, se mi permetti, che non sarebbe la prima volta che qualcuno cade vittima del
fascino di qualche potente entità,per poi scoprire di essersi lasciato intrappolare in un
sordido tranello quando ormai è troppo tardi ...
Non ti offendere, ma questo è quello che penso e questo mi sento di dirti.
Mi sembra che eri molto più luminosa quando eri perdutamente innamorata soltanto
dell'Ambasciatore dei Cieli.


* Che altro dirti? Mi piacevi tanto quando volavi in alto libera da ogni dogma, da ogni
definizione, da ogni sodalizio più o meno permanente con qualunque Entità, meravigliosamente
SOLA e splendente solo della TUA luce.
Mi facevA bene anche solo leggere i tuoi report sullo stato del Cielo e della Terra;
mi dava forza e mi sentivo ispirata a tirare fuori il meglio di me, a superare le correnti
gravitazionali.

Ora che pensi di fondare una scuola, o laboratorio, o chiamalo come ti pare, sotto
la sovraintendenza di qualcun altro, mi sembra che non sei più TU. Non ti riconosco
più. Sarai anche diventata più potente, ma purtroppo non mi sei più utile.
Peccato, sento di aver perso molto.


Eravamo un bel gruppo: Rita, Rosella, Marisa, Rossella, Lalla, Krisha, Anna, Daniele,
Fabio, Stefano, Luca (e forse Landers?). Non ti siamo mai mancati? Non ti sei mai chiesta
perché non siamo più qui? Accetti veramente di buon grado che ogni tanto perdi per strada
qualche persona? Ti accontenti veramente di dialogare solo con quelle poche persone che
"ti aderiscono" perfettamente e lasci indietro quelle che non capiscono o che sono più lente?
Ben magro bottino per il tuo potenziale di servizio. Ben poca "umanità", ma fà un po' come vuoi.
Questa è casa tua.



Io ti auguro (e mi auguro) che la tua madrina ti rimetta sulla pista della tua autonomia.



p.s.
ho appena letto il post sull'unificazione profonda delle coscienze al fine di scoprire
il Vero Se.

Ma, non dovrebbe essere il contrario? Quando emergerà il Vero senso del Se, allora
potrà avvenire l'unificazione profonda delle coscienze. O no?
Fammi capire: vuoi crearla tu, l'unificazione profonda delle nostre coscienze?

Mi suona come: "cercare un metodo per far si che tutte le persone pensino e sentano allo
stesso modo".

Un po' come Anu quando decise di instillare in tutte le coscienze umane la certezza che lui
fosse l'unico vero Dio.

Un po' come voler fabbricare artificialmente una cosa che può e deve essere esclusivamente
NATURALE. Spontanea. Sorgiva.

L'unificazione profonda delle coscienze O c'è o non c'è. Si manifesterà quando sarà sarà pronta.
Non è cosa da costruire.

Io mi auguro che l'unificazione NATURALE E SPONTANEA della coscienza umana emerga presto.

Nondimeno, io non mi farò mai unificare (artificialmente) in un campo di coscienza collettivo.


Non mi sembra una bella pensata nemmeno quella di SEPARARE i cucchiai di fiele da quelli di miele,
semplicemente perché ... ci sono ancora entrambi! In tutte le persone ci sono ancora sia fiele che
miele. E' scomodo da accettare, ma è così.

silvana
Posts: 118
Joined: Wed Jun 09, 2010 16:44

Re: saluti, chiacchiere e "perchè non sono più qui" :)

Post by silvana » Mon Mar 07, 2011 22:33

Non vi conosco ma sono una di "quelle persone che ti aderiscono perfettamente" e nelle parole che ho letto ho percepito un contrasto troppo marcato ,un aspetto che non ha nulla a che vedere con la nuova realtà .Credo che Irina abbia la particolarità di risvegliare la nostra parte più autentica ,ma per davvero,senza fronzoli e tante storie,cosa che trovo di un valore insetimabile.Se qualcosa in noi risuona alla grande con questo suo messaggio e ne esce alleggerito ,rinnovato, a volte un pò sperduto ma subito dopo ritrovato,è perchè c'è un lavoro vero dentro , c'è l'umiltà di confrontarsi con le ns.parti più nascoste,c'è la felicità che fa capolino e magari coesiste con la tristezza ,c'è qualcosa di fresco ,semplice e vero che si fa strada. Un saluto comunque,un augurio per una sempre nuova avventura,un grazie per questo spunto.Silvana

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: Bing [Bot] and 9 guests